Istituto Figlie di San Camillo

L’Istituto Figlie di S. Camillo testimonia la sua missione cristiana attraverso l’assistenza agli infermi svolta dalle proprie strutture ospedaliere che s’ispirano a principi etico – morali di umanità e professionalità per la tutela della vita.

(+39) 030 2910311

info.bs@figliesancamillo.it

Via Filippo Turati, 44

25123 - Brescia (BS)

(+39) 030 2910311

info.bs@figliesancamillo.it

Via Filippo Turati, 44

25123 - Brescia (BS)

Struttura Organizzativa

Descrizione

La Casa di Cura San Camillo è una Casa di Cura privata accreditata al SSN di proprietà della Congregazione Religiosa delle Suore Figlie di San Camillo, fondata dai servi di Dio Padre Luigi Tezza e Madre Giuseppina Vannini. La  “Comunità Religiosa” delle Figlie di San Camillo è riconosciuta dalla Santa Sede, 25 febbraio 1922, ed ha una “Personalità Giuridica” riconosciuta dallo Stato, n.° 1062, 27 febbraio 1937-XV. La Regione Lombardia ha accreditato l’ente Casa di Cura San Camillo con delibera nr. VI/47972 del 28 gennaio 2000. La Casa di Cura San Camillo eroga prestazioni in regime ambulatoriale e di ricovero. Le Figlie di San Camillo gestiscono la Casa di Cura San Camillo nell’ambito delle proprie finalità religiose e di culto con piena autonomia giuridico – amministrativa senza fini di lucro, quale testimonianza Cristiana. L’attività sanitaria praticata dalla Casa di Cura si inserisce nell’ambito del Servizio Sanitario Nazionale e Regionale, ai sensi dell’art. 41 della legge n.° 833/1978, recepito dall’art. 4, comma 12, del DL.vo 30.12.1992 n.° 502 e successive modificazioni. Le prestazioni di assistenza sanitaria sono del tutto equivalenti a quelle erogate dalle Strutture Sanitarie Pubbliche con esclusione di quelle attività che contrastano con i valori e i principi della Dottrina Cristiana. Le Figlie di San Camillo attraverso la propria Casa di Cura garantiscono ai pazienti, secondo quanto disposto dai Piani Sanitari Nazionali e Regionali, un sistema organizzativo tecnico-sanitario corrispondente a quello dei Presidi Sanitari Pubblici. I pazienti accedono ai servizi erogati dalla Casa di Cura, con le stesse modalità previste per l’accesso ai servizi delle Strutture Sanitarie Pubbliche.

 

Organi di Governo

Direttore Generale – Madre Zelia Andrighetti

Rappresentante Legale – suor Rosanna Priore

Consiglio Generale – suor Zelia Andrighetti (Presidente), suor Rosanna Priore, suor Lancy Ezhupara, suor Flor Barreda, suor Sabine Zida

Dirigente Coadiutore del Direttore Generale – dott.ssa Tiziana Bianchi

Direzioni:

  • Direzione Amministrativa (Direttore: suor Giosia Anpathilchina)
  • Direzione Sanitaria (Direttore: dott.sa Romana Coccaglio)

Contatti

Direzione– Amministrativa

Via F. Turati, 44 – 25123 Brescia

Tel. +39 030-2910305

Fax +39 030-293369

economato.bs@figliesancamillo.it

Direzione Sanitaria – Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP)

Via F. Turati, 44 – 25123 Brescia

Tel. +39 030-2910305

info.bs@figliesancamillo.it

Organismo di vigilanza

A garanzia del proprio sistema di controllo e di governance,la Casa di Cura San Camillo dispone di un Codice Etico e di un Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo in attuazione di quanto previsto dal  Decreto Legislativo 231/2001. Responsabile della loro applicazione è l’Organismo di Vigilanza, dotato di poteri autonomi d’iniziativa e controllo.

Più specificatamente, l’Organismo di Vigilanza:

  • vigila costantemente sull’osservanza del Modello da parte degli organi sociali, dei dipendenti, dei consulenti e dei destinatari del Modello in genere;
  • vigila costantemente sull’efficienza e sull’efficacia del Modello adottato rispetto alla prevenzione ed all’impedimento della commissione dei reati previsti dal Decreto;
  • verifica discrezionalmente il rispetto delle modalità e delle procedure previste dal Modello da parte dei destinatari dello stesso con specifico riferimento alle attività che espongono l’Istituto Figlie di San Camillo al rischio di commissione dei reati;
  • effettua verifiche periodiche (anche a sorpresa) su specifiche operazioni o atti i cui risultati vengono riassunti in un’apposita relazione trasmessa agli organi sociali;
  • raccoglie e conserva in un apposito archivio, la cui consultazione è consentita ai soli membri dell’ODV, la documentazione e le informazioni acquisite nello svolgimento delle predette attività di controllo;
  • accerta lo stato di aggiornamento del Modello segnalando al Consiglio Generale le modifiche, revisioni e/o integrazioni del Modello stesso che si dovessero eventualmente rendere necessarie in conseguenza di:
    (i) significative violazioni delle prescrizioni del Modello organizzativo;
    (ii) significative modificazioni dell’assetto interno dell’Istituto e/o delle modalità di svolgimento della sua attività di impresa;
    (iii) modifiche del quadro normativo di riferimento;
  • promuove le iniziative necessarie alla diffusione della conoscenza ed alla comprensione del Modello;
  • si assicura che sia predisposta dalle funzioni e/o dagli uffici competenti la documentazione organizzativa interna necessaria alla registrazione delle attività di controllo e verifica del funzionamento del Modello stesso;
  • svolge periodicamente attività di reporting nei confronti del Consiglio Generale così come indicato in appresso;
  • gestisce i flussi informativi previsti da o verso l’ODV previsti dal Modello;
  • segnala al Consiglio Generale, per gli opportuni provvedimenti, le violazioni del Modello che possano comportare l’insorgere di una responsabilità in capo all’Istituto.
  • Ogni violazione o sospetto di violazione del Modello  può essere segnalata all’Organismo di Vigilanza (email: odv@figliesancamillo.it; indirizzo postale: Istituto Figlie di San Camillo, Organismo di Vigilanza, via di Acqua Bullicante 4 – 00177 Roma).