Istituto Figlie di San Camillo

L’Ospedale M. G. Vannini, sede di DEA (Dipartimento di Emergenza ed Accettazione) di I livello, opera nella rete territoriale dell’assistenza regionale. Il Sistema di Gestione della Qualità dell’Ospedale soddisfa i requisiti previsti dalla norma UNI EN ISO 9001:2015. La Regione Lazio ha rilasciato all’Ospedale l’Autorizzazione all’Esercizio e l’Accreditamento definitivo dal 28 luglio 2015 con DCA n. 355. Il personale sanitario dell’Ospedale ispirandosi al binomio “scienza nuova carità antica” è orientato all’umanizzazione dell’assistenza al malato e, attraverso il continuo sviluppo della propria professionalità e grazie all’elevata tecnologia delle attrezzature diagnostico-terapeutiche di cui dispone, assicura elevati livelli qualitativi delle cure prestate.

inf.vannini@figliesancamillo.it

Via di Acqua Bullicante, 4

00177 - Roma (RM)

inf.vannini@figliesancamillo.it

Via di Acqua Bullicante, 4

00177 - Roma (RM)

Donare il sangue può salvare una vita

Donare il sangue può salvare una vita

DONARE IL SANGUE PUO’ SALVARE UNA VITA

Anche presso l’Ospedale MG Vannini è possibile donare il sangue. Ogni martedì un’autoemoteca dell’Associazione donatori di sangue “La Rete per Tutti Onlus” sarà presente dalle ore 8.00 alle 11.30 all’interno della struttura (Ingresso principale dell’Ospedale: via di Acqua Bullicante, 4).

Un’iniziativa importante alla quale possono aderire tutte le persone di età compresa tra i 18 e i 65 anni, che abbiano un peso superiore ai 50 chili e non abbiano avuto malattie gravi né soffrano di malattie croniche.

Il sangue donato viene trasfuso a pazienti con tumori, leucemie, malattie croniche e genetiche, a persone che hanno subito traumi e nel corso di interventi chirurgici. Donare il sangue salva vite umane, ma aiuta anche il donatore a tenere sotto controllo il proprio stato di salute. A ogni donazione infatti, il Centro Trasfusionale effettua un’accurata visita medica e il sangue prelevato viene sottoposto a esami di laboratorio con l’invio degli esiti all’indirizzo indicato dal donatore. Un’occasione importante quindi anche per un check-up del proprio stato di salute. In più la legge concede a chi dona il sangue una giornata di riposo dal lavoro, che va richiesta ma spetta di diritto.

Se hai deciso di donare il sangue, ricordati due piccole attenzioni importanti. La prima: per donare il sangue bisogna essere digiuni. Prima della donazione si può bere un caffé, un thé o un succo di frutta, ma è importante non mangiare e non bere latte o derivati. La seconda: recati alla donazione avendo con te un documento di riconoscimento.

Ti aspettiamo ogni martedì in Ospedale. Il sangue non può essere prodotto artificialmente. È una risorsa molto preziosa che dipende solo dalla nostra generosità.