Istituto Figlie di San Camillo

L’Ospedale M. G. Vannini, sede di DEA (Dipartimento di Emergenza ed Accettazione) di I livello, opera nella rete territoriale dell’assistenza regionale. Il Sistema di Gestione della Qualità dell’Ospedale soddisfa i requisiti previsti dalla norma UNI EN ISO 9001:2015. La Regione Lazio ha rilasciato all’Ospedale l’Autorizzazione all’Esercizio e l’Accreditamento definitivo dal 28 luglio 2015 con DCA n. 355. Il personale sanitario dell’Ospedale ispirandosi al binomio “scienza nuova carità antica” è orientato all’umanizzazione dell’assistenza al malato e, attraverso il continuo sviluppo della propria professionalità e grazie all’elevata tecnologia delle attrezzature diagnostico-terapeutiche di cui dispone, assicura elevati livelli qualitativi delle cure prestate.

inf.vannini@figliesancamillo.it

Via di Acqua Bullicante, 4

00177 - Roma (RM)

inf.vannini@figliesancamillo.it

Via di Acqua Bullicante, 4

00177 - Roma (RM)

L’Ente Terzo TUV Italia certifica il Sistema Qualità dell’Ospedale Vannini

L’Ente Terzo TUV Italia certifica il Sistema Qualità dell’Ospedale Vannini

L’Ospedale MG Vannini ha ottenuto la Certificazione UNI EN ISO 9001:2015 del proprio Sistema di Gestione della Qualità. L’Organismo di Certificazione TUV Italia, attraverso i propri verificatori, ha rilevato la conformità del modello organizzativo del nosocomio dell’Istituto delle Figlie di San Camillo ai requisiti della nuova edizione della Norma Internazionale ISO 9001. L’ambizioso traguardo è stato raggiunto con il contributo fattivo e la completa dedizione di tutto il personale che da anni realizza le attività assistenziali e di supporto coerentemente ai più alti standard di qualità richiesti per il settore sanitario. Inoltre la Certificazione di Qualità costituisce un fondamentale presupposto per garantire la conformità ai requisiti di Accreditamento Istituzionale stabiliti dalla Regione Lazio e vuole essere un punto di partenza nell’ottica di un miglioramento continuo finalizzato a garantire ai cittadini un’offerta sanitaria sempre più di eccellenza. La Certificazione dell’Ospedale MG Vannini rientra in un più ampio progetto di miglioramento della qualità che coinvolge anche altre strutture sanitarie di proprietà dell’Istituto Figlie di San Camillo con sede a Trento (Ospedale San Camillo), Treviso (Ospedale San Camillo), Brescia (Casa di cura San Camillo) e Cremona (Casa di cura Figlie di San Camillo). Il Comitato di approvazione dell’Organismo di Certificazione TUV Italia, infatti, dopo aver analizzato gli esiti di una serie di verifiche svolte dai suoi valutatori presso le strutture sanitarie dell’Istituto, compreso il nosocomio romano, ha autorizzato il rilascio del nuovo Certificato Titolare n.° 50 100 7901 – Rev. 0004 per l’Istituto Figlie di San Camillo e dei relativi Certificati Cotitolari tra i quali quello dell’Ospedale Vannini (50 100 7901/3 Rev. 004). La Certificazione ottenuta conferma l’attenzione posta ai pazienti e a tutti gli stakeholder del Vannini da parte del management e del personale attraverso la capacità di orientare l’offerta del servizio alle esigenze dell’utenza e l’impegno a predisporre un’organizzazione finalizzata al loro soddisfacimento. Il Progetto di Certificazione non si esaurisce con l’ottenimento dell’ambito riconoscimento, ma prosegue nell’impegno quotidiano per garantire il mantenimento degli standard di qualità previsti dalla Norma Internazionale attraverso il monitoraggio continuo dei processi assistenziali e di supporto realizzato anche con la pianificazione di audit interni atti ad attestarne la conformità ai requisiti di qualità e mediante la misurazione di indicatori costruiti ad hoc per verificare le performance dei processi assistenziali. L’utenza potrà avvalersi di tutta una serie di vantaggi derivanti dalla Certificazione UNI EN ISO 9001:2015 del Sistema di Gestione qualità del Vannini. Tra questi l’uniformità di comportamento del personale grazie alla condivisione delle procedure organizzative da parte degli stessi, la standardizzazione e la conseguente ottimizzazione dei processi organizzativi finalizzata a migliorarne efficienza ed efficacia, la disponibilità di documenti e modulistica informativa per descrivere puntualmente i servizi erogati, l’evidenza della capacità di fornire, in modo continuativo, un servizio conforme ai requisiti di qualità, l’abbattimento del numero dei disservizi, il rispetto dei requisiti di legge cogenti, la pianificazione delle attività e la formalizzazione di politiche basate sull’analisi del contesto ambientale, tenuto conto di quanto potrà verificarsi, prendendo coscienza ed utilizzando i punti di forza per contrastare le minacce, migliorare le debolezze e mitigare i rischi insiti nei processi clinico assistenziali.